20 Dicembre 2019 | Giurisprudenza Legislazione e giurisprudenza Sentenza Cassazione

 AFFIDAMENTO MINORI: IL RUOLO DEI NONNI

AFFIDAMENTO MINORI: IL RUOLO DEI NONNI
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 28257/2019, ha precisato che “Il giudizio e l’eventuale istruttoria da svolgersi dal giudice del merito in ordine all’adeguatezza, o meno, del familiare prescelto quale affidatario in via temporanea, ai sensi dell’articolo 333 c.pc., a soddisfare le esigenze del minore ed a salvaguardarne il sano ed equilibrato sviluppo psico-fisico, va accuratamente svolto, valorizzando delle figure vicarianti inter-familiari il contributo al mantenimento del rapporto con la famiglia di origine che è criterio guida di ogni scelta in materia di affido, anche temporaneo, dei minori”.
Secondo la Corte, dunque, è necessaria una valutazione preliminare dei familiari dei minori, nella fattispecie i nonni, rispetto alla valutazione in ordine all’affidamento etero – familiare. La priorità che l’ordinamento deve sempre considerare è il diritto del minore a crescere nella propria famiglia d’origine (in senso piu’ ampio, sul ruolo dei nonni nei percorsi di affido e frequentazione dei minori: in tema di adozione vd., Cass. n. 23979 del 24/11/2015; in tema di rapporti con il minore, in genere, ex articolo 317-bis c.c., vd.,Cass. n. 19780 del 25/07/2018).