29 Febbraio 2020 | Giurisprudenza Legislazione e giurisprudenza Ordinanza Cassazione

Cass. Civ. sez. VI, 9 gennaio 2020 n. 174

DIVORZIO-CRITERI DI DETERMINAZIONE DELL’ASSEGNO DI DIVORZIO

Il luogo di residenza del coniuge obbligato rileva al fine della determinazione dell’importo dell’assegno divorzile. In tal senso si è pronunciata la Cassazione con ordinanza n. 174 del 9 gennaio 2020 confermando la decisione dei giudici del merito che, su domanda del coniuge obbligato, avevano ridotto quanto riconosciuto a titolo di assegno divorzile in favore dell’ex-moglie non autosufficiente economicamente in considerazione del fatto che l’ex marito viveva a Roma, dove il costo della vita è più alto che altrove.