09 Ottobre 2020 | Legislazione e giurisprudenza Ordinanza Cassazione

Cassazione civile, sez. I, Ordinanza n. 17183 del 14/08/ 2020. Mantenimento del figlio maggiorenne – cambio di rotta della Cassazione – onere della prova -mantenimento diretto

In tema di revisione delle condizioni economiche del divorzio riguardanti l’obbligo di mantenimento dei figli maggiorenni ma non autosufficienti, la Corte sul piano sostanziale afferma: – l’impossibilità di definire uno dei genitori conviventi, considerato che il figlio maggiorenne può muoversi liberamente tra le abitazioni dei genitori, al massimo è possibile parlare di co-residente, circostanza meramente anagrafica e non sostanziale; la non automaticità dell’obbligo di mantenimento in favore del figlio; – la possibilità che l’assegno venga versato al diretto destinatario. Sul piano processuale  la  Suprema Corte afferma che l’onere della prova dell’impossibilità di mantenersi grava non più sull’obbligato ma sul beneficiario che dovrà quindi dimostrare di trovarsi in una situazione di non autosufficienza economica, vista l’impossibilità del genitore estraniato dalla vita del figlio di procurarsi informazioni sulle sue attività – a causa della privacy.