16 Aprile 2015 | Giurisprudenza Legislazione e giurisprudenza Ordinanza Corte appello

Corte d’Appello di Catania, decreto 26.11.2014 Revisione condizioni di separazione – assegno per il figlio maggiorenne economicamente non autosufficiente – autonomia economica – elisione assegno – esclusa la possibilità che l’obbligo di mantenimento risorga

Corte d’Appello di Catania, decreto 26.11.2014
Revisione condizioni di separazione – assegno per il figlio maggiorenne economicamente non autosufficiente – autonomia economica – elisione assegno  – esclusa la possibilità che l’obbligo di mantenimento risorga

Una madre ha reclamato il decreto del Tribunale che aveva eliso l’assegno di mantenimento del padre in favore del figlio maggiorenne sul presupposto che lo stesso avesse raggiunto l’autosufficienza economica.
La reclamante lamentava come il Tribunale non avesse tenuto in debita considerazione il fatto che il figlio, dopo essere stato assunto con contratto a tempo indeterminato, da un’impresa edile come aiuto muratore, avesse successivamente perduto il lavoro e fosse, pertanto, disoccupato.
La Corte d’Appello ha ritenuto che il contratto di lavoro con il quale il figlio era stato assunto rappresentasse un adeguato inserimento nel mondo lavorativo, considerata l’età del giovane (23 anni) e il suo titolo di studio (licenza media), idoneo a determinare la cessazione dell’obbligo di mantenimento da parte dei genitori.
La Corte ha richiamato il consolidato principio della giurisprudenza di legittimità  secondo cui “una volta conseguita da parte del figlio maggiorenne l’autonomia economica, mediante l’espletamento di un’attività lavorativa che dimostri una capacità adeguata, è da escludere che possa rilevare la sopravvenienza di circostanze ulteriori che, pur determinando l’effetto di renderlo momentaneamente privo di sostentamento economico, non possono far risorgere un obbligo di mantenimento, i cui presupposti erano già venuti meno. In simili casi, può eventualmente sorgere il diritto agli alimenti, basato su differenti presupposti”.