15 Aprile 2015 | Giurisprudenza Legislazione e giurisprudenza Sentenza Cassazione

Corte di Cassazione I° Sez. Civile, sentenza del 3.2 – 26.3.2015, n. 6132 Affidamento figli nati fuori dal matrimonio – trasferimento unilaterale della residenza abituale del minore – prevalente interesse del minore

Corte di Cassazione I° Sez. Civile, sentenza  del 3.2 – 26.3.2015, n. 6132
Affidamento figli nati fuori dal matrimonio – trasferimento unilaterale della residenza abituale del minore – prevalente interesse del minore

Alla fine dell’unione tra due genitori, il Tribunale aveva disposto l’affido condiviso del minore ad entrambi i genitori e, successivamente, la madre da Milano si era trasferita a Roma con il minore, senza un accordo con il padre. La Corte d’appello, su ricorso del padre, ha ammonito la madre per tale comportamento ma non ha accolto la richiesta di ritrasferimento del minore a Milano, ritenendo che la permanenza del figlio a Roma corrispondesse all’interesse dello stesso il quale si era lì radicato, considerato anche il non positivo rapporto con il padre.
La Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso del padre affermando che la decisione della Corte d’Appello aveva fatto corretta applicazione del principio secondo cui le decisioni riguardanti i figli minori, compresa la scelta della residenza, non devono tenere conto degli interessi dei genitori, ma esclusivamente dell’interesse del minore stesso, anche nei casi in cui questo possa eventualmente coincidere, in via di fatto, con quello di uno dei genitori affidatari che non abbia rispettato il metodo dell’accordo in tema di indirizzo della vita familiare fissato dall’art. 144 c.c..