15 Luglio 2015 | Giurisprudenza Legislazione e giurisprudenza Sentenza Cassazione

Corte di Cassazione, sezione I, sentenza 1.7.2015, n. 13506 Affidamento condiviso del minore – obbligo di sottoporsi ad un percorso psicoterapeutico individuale – illegittimità – contrasto con l’art. 32 Cost. e con il diritto alla libertà personale

Corte di Cassazione, sezione I, sentenza 1.7.2015, n. 13506
Affidamento condiviso del minore – obbligo di sottoporsi ad un percorso psicoterapeutico individuale – illegittimità – contrasto con l’art. 32 Cost. e con il diritto alla libertà personale

Nel caso di specie, il TM aveva stabilito che un minore venisse affidato in via condivisa a due genitori con collocazione prevalente presso il padre, con diritto – dovere di visita da parte della madre, con obbligo dei genitori di sottoporsi ad un percorso psicoterapico individuale e di sostegno alla genitorialità in ragione della forte situazione di conflittualità esistente tra le parti.
La Cassazione ha ritenuto che la prescrizione ai genitori di sottoporsi ad un percorso psicoterapeutico individuale e ad un percorso di sostegno alla genitorialità da seguire insieme fosse lesiva del diritto alla libertà personale ed alla disposizione che vieta l’imposizione, se non nei casi previsti dalla legge, di trattamenti sanitari. La Corte ha osservato che tale prescrizione, pur volendo ritenere che non imponga un vero obbligo a carico delle parti, comunque le condiziona ad effettuare un percorso psicoterapeutico individuale e di coppia così configgendo con l’art. 32 della Costituzione, non tenendo altresì  in considerazione il fatto che il Giudice aveva già affidato un penetrante intervento ai S.S. teso all’osservazione del minore ed al sostegno dei genitori nel concreto esercizio della responsabilità genitoriale.