11 Aprile 2018 | Legislazione e giurisprudenza Sentenza Cassazione

EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA – ASSEGNAZIONE IMMOBILE

EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA – ASSEGNAZIONE IMMOBILE
La Corte di Cassazione, sez. III civ., con sentenza del 13 marzo 2018 n. 6016, respinge la richiesta del ricorrente di ottenere l’assegnazione dell’immobile ove per un lungo periodo di tempo lo stesso aveva coabitato con la nonna deceduta. Il ricorrente, avendo convissuto ininterrottamente dal 1994 in poi, unitamente alla parente, riteneva di avere legittimazione a subentrare nel diritto di assegnazione dell’immobile. Tale diritto è stato negato in considerazione che per ottenere il diritto al subentro deve essere dimostrato di far parte del nucleo familiare e che tale ampliamento del nucleo è stato portato, vivente l’assegnatario, a conoscenza dell’ente.