28 Gennaio 2019 | Giurisprudenza Legislazione e giurisprudenza Sentenza Cassazione

FONDO PATRIMONIALE – IPOTECA

FONDO PATRIMONIALE – IPOTECA

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 31590/2018, ha chiarito che è possibile iscrivere l’ipoteca su un fondo patrimoniale per debiti derivanti da sanzioni riconducibili all’attività lavorativa.
La Suprema Corte, ricordando che l’ipoteca sia un atto preordinato all’esecuzione forzata che presuppone un valido titolo esecutivo, afferma che il criterio identificativo dei crediti crediti che possono essere realizzati esecutivamente sui beni conferiti nel fondo andrebbe ricercato “non già nella natura delle obbligazioni, ma nella relazione esistente tra il fatto generatore di esse e i bisogni della famiglia”.
Dunque, sarà il giudice di merito ad accertare se il debito sia stato contratto al fine di soddisfare i bisogni della famiglia “con la precisazione che se è vero che tale finalità non si può dire sussistente per il solo fatto che il debito sia sorto nell’esercizio dell’impresa, è altresì vero che tale circostanza non è nemmeno idonea ad escludere in via di principio che il debito si possa dire contratto, appunto, per soddisfare tali bisogni”.