04 Giugno 2002

Formazione e aggiornamento professionale

Protocollo d’intesa, per la collaborazione in attività di formazione e aggiornamento per la professione dell’avvocato matrimonialista e dell’avvocato del minore firmato dall’AIAF e dal Centro per la formazione e l’aggiornamento professionale degli Avvocati del Consiglio Nazionale Forense (Roma, 4 giugno 2002)

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE – CENTRO PER LA FORMAZIONE E L’AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE DEGLI AVVOCATI
AIAF – ASSOCIAZIONE ITALIANA DEGLI AVVOCATI PER LA FAMIGLIA E PER I MINORI

II Centro per la formazione e l’aggiornamento professionale degli Avvocati del Consiglio Nazionale Forense (in seguito indicato come Centro) in persona del Vice – Presidente, Avv. Alarico Mariani Marini, e l’Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e per i Minori (AIAF), in persona del componente del Consiglio di Presidenza e legale rappresentante dell’associazione, Avv. Marina Marino, hanno convenuto di dare veste formale ad un’intesa i cui termini sono definiti nei seguenti punti:

  1. Il Centro e l’AIAF hanno considerato la possibilità di collaborare in attività di formazione e aggiornamento di comune interesse ed hanno convenuto sulla utilità per l’Avvocatura italiana di promuovere iniziative di orientamento formativo, di approfondimento e di aggiornamento per la professione dell’avvocato matrimonialista e dell’avvocato del minore anche in vista delle recenti previsioni normative in materia.
  2. Le iniziative comuni potranno consistere, a titolo esemplificativo:

    – in seminari ed in corsi di aggiornamento e di approfondimento specialistico nel diritto di famiglia e minorile;

    – in corsi di orientamento specialistico sempre nelle materie indicate, per giovani avvocati;

    – nella collaborazione nelle scuole e nei corsi di formazione.

  3. Le attività formative consisteranno essenzialmente nell’insegnamento e nell’approfondimento di discipline e tecniche per la migliore applicazione del diritto di famiglia e minorile e saranno volte all’acquisizione ed al miglioramento delle abilità professionali necessarie a garantire la qualità della prestazione sia nell’attività giudiziaria che in quella di consulenza.
  4. Particolare rilievo dovrà assumere in questo quadro la deontologia professionale quale componente essenziale dell’identità professionale dell’avvocato.
  5. Il Centro e l’AIAF, per l’attuazione di questa intesa, costituiranno un ristretto gruppo paritetico di coordinamento che dovrà elaborare proposte di iniziative comuni da sottoporre all’esame dei rispettivi organismi deliberanti.

    Il gruppo di coordinamento, nella sua prima formazione, è così costituito:

    1) Avv. Stefano Borsacchi per il Centro

    2) Avv. Anna Galizia Danovi per il Centro

    3) Avv. Maurizio Paganelli per il Centro

    4) Avv. Antonio Dionisio per l’AIAF

    5) Avv. Carla Marcucci per I’AIAF

    6) Avv. Milena Pini per I’AIAF

    Sia il Centro che l’AIAF potranno sostituire i componenti designati con semplice comunicazione all’altra parte.

  6. Il Centro e l’AIAF concorderanno aspetti organizzativi e finanziari in relazione ad ogni singola attività promossa, come pure se ed in quali casi possa essere rilasciato un attestato di partecipazione a corsi e seminari e l’utilizzazione del materiale prodotto in occasione delle iniziative comuni.
  7. Il Centro si impegna a segnalare agli ordini forensi, ai fini della formazione degli elenchi degli avvocati del minore che dovessero essere richiesti dalle autorità giudiziarie competenti, i nominativi dei colleghi che abbiano positivamente frequentato i corsi organizzati dall’AIAF con il patrocinio o in collaborazione con il Centro, ottenendo la relativa attestazione.

Il presente protocollo viene sottoscritto in Roma, il giorno 4 giugno 2002