L’avvocato del minore

Sede

Milano, 20 set - 8 nov 2004

Date e Orari

20 Giugno 2004 |
stato iscrizione: Chiusa














 










Corso
di aggiornamento professionale promosso da

Aiaf lombardia e Provincia di Milano



L'avvocato del minore


La Legge 184/1983,
successivamente modificata dalla Legge 149/2001, e la normativa
europea, a partire dalla ratifica della Convenzione di New York
sui diritti del fanciullo, introducono, almeno in linea di
principio, la figura dell'avvocato del minore. Si riconosce il
diritto del minore, capace di discernimento, di esprimere
un'opinione su questioni che lo interessano, prevedendo la
possibilità di essere assistito da un legale in ogni ordine e
grado del procedimento.

La normativa, infatti, nel dare applicazione ai principi del
giusto processo, ai sensi del novellato art. 111 della
Costituzione, riconosce il principio del contraddittorio e il
diritto alla difesa e all'assistenza legale del minore e dei suoi
genitori.

Una riforma dunque che modifica alla radice le norme di natura
processuale, sin dall'inizio del procedimento, nei casi di
dichiarazione dello stato di adottabilità e nei procedimenti ex
art. 336 c.c. aventi ad oggetto la decadenza o la limitazione
della potestà genitoriale.

Un elemento di forte novità che si innesta in uno scenario in
evoluzione, sia sul piano del riordino dei Servizi alla persona,
sia del sistema della Giustizia.

Il nostro legislatore, ratificando le convenzioni internazionali
in materia di famiglia e procedendo nel cammino di avvicinamento
alla legislazione di altri Paesi europei in materia, si è
orientato verso un crescente riconoscimento dei diritti del minore
ad essere informato, ascoltato e assistito, o difeso, nei
procedimenti che lo riguardano.

La sperimentazione nata dalla collaborazione tra Provincia di
Milano e l'A.I.A.F Lombardia (Associazione Italiana degli Avvocati
per la Famiglia e i Minori) propone una riflettere su una serie di
questioni legate all'assistenza legale di un minore, in primis,
quelle relative alla capacità di agire e alla capacità processuale
del minore, che pure è parte nei procedimenti aventi ad oggetto la
sua adottabilità, o provvedimenti limitativi della potestà
genitoriale.

Di fatto fermo restando che il difensore del minore, suo legale
rappresentante, verrà nominato d'ufficio dal Presidente del
Tribunale per i Minorenni, necessitano ancora di approfondimento e
definizione le questioni relative al contenuto del mandato
difensivo e al rapporto tra l'avvocato, il minore e il sistema dei
Servizi che storicamente si occupano della tutela e della cura del
minore stesso.


DESTINATARI

Il corso sarà frequentato da 20 operatori, assistenti sociali,
psicologi, educatori di comunità, e 20 avvocati iscritti agli Albi
professionali, relativi al territorio della provincia di Milano,
che abbiano già partecipato al corso AIAF sul difensore del minore
tenutosi nel 2002 .

La sede è la Provincia di Milano, viale Piceno 60, Milano



PROGRAMMA (settembre - novembre 2004)



PRIMO INCONTRO

Il giusto processo civile minorile


20
settembre 2004 orario 14.30 - 18.00


Il primo incontro propone un
confronto sulla legislazione vigente in merito al ruolo della
difesa del minore e dei genitori naturali nei procedimenti di
adottabilità e di limitazione o decadenza della potestà
genitoriale ( L149/01, artt.330 e seg cc.)


Dott.ssa Laera, Giudice del
Tribunale per i Minorenni di Milano


Avv. Licia Petri



SECONDO INCONTRO

La tutela del minore tra istanze di protezione e diritto di difesa


4
ottobre 2004 orario 14.30 - 18.00


Esiste un rapporto plausibile
tra le esigenze dei ragazzi e la concreta possibilità di difesa
nel processo civile.

Il secondo incontro apre il dibattito tra avvocati, operatori ed
educatori sui problemi concreti, le difficoltà, le ansie e le
richieste dei minori, inseriti in comunità.


Avv. Lucrezia Mollica


Responsabile di Comunità



TERZO INCONTRO

L'ascolto del minore


18
ottobre 2004 orario 14.30 - 18.00


Ascoltare il minore e renderlo
quanto più possibile partecipe del suo progetto futuro in un
lavoro costruito a più mani.


Il terzo incontro propone un
confronto tra avvocati, operatori ed educatori sui problemi
concreti del diritto all'informazione, dell'ascolto del minore,
del rapporto con le famiglie d'origine o affidatarie, per
costruire degli spazi di pensiero comune.


Avv. Anna Danovi


Dott.ssa Luisa della Rosa,
psicoterapeuta



QUARTO INCONTRO

Una traccia di lavoro


8
novembre 2004 orario 14.30 - 18.00


Conclusioni del corso e
prospettive concrete, individuazione di una corretta modalità di
difesa e di intervento volta a tutelare la tutela dei diritti del
minore ed il suo personale progetto di crescita verso l'autonomia.


Avv. Milena Pini, presidente
AIAF Lombardia


Maria Carbone, presidente
Ordine Assistenti Sociali