28 Settembre 2018 | Giurisprudenza Legislazione e giurisprudenza Sentenza Cassazione

PROCURA ALLE LITI – POSSIBILITA’ PER IL LEGALE DI RISCUOTERE SOMME

PROCURA ALLE LITI – POSSIBILITA’ PER IL LEGALE DI RISCUOTERE SOMME

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 22544/2018, ha affermato che, anche se si tratta di procura generale alle liti, priva, però, del potere di incassare e rilasciare quietanze, non comporta un comportamento illegittimo del legale che riscuote le somme, potere spettante alla Società che aveva conferito il mandato. Dunque, pur riconoscendo che la procura generale alle liti rilasciata al legale non contemplasse espressamente il potere di incassare i crediti della società, alcune espressioni contenute nella stessa procura varrebbero a qualificare il legale come indicatario di pagamento, rilevando il riconoscimento allo stesso della facoltà di compiere quant’altro sia opportuno e necessario nell’interesse della società o dei suoi mandanti.