29 Febbraio 2020 | Giurisprudenza Legislazione e giurisprudenza Ordinanza Tribunale

Tribunale di Busto Arsizio, 5 febbraio 2020

NOMINA DI UN SECONDO CONSULENTE DI PARTE
Il Tribunale di Busto Arsizio ha autorizzato la nomina di un secondo CTP, che operi a fianco del CTP nominato dalla parte al momento dell’avvio delle OO.PP.
Nel corso delle indagini peritali, la CTU riteneva necessario un approfondimento neuropsichiatrico sui figli minori della coppia.
Veniva così individuato lo specialista Neuropsichiatra infantile che avrebbe provveduto ad eseguire l’indagine diagnostica.
La richiesta di un secondo CTP, svolta dal padre ricorrente, è stata motivata sulla base dei seguenti argomenti:
  1. Il CTP di parte istante è medico psichiatra e non ha specifiche competenze in neuropsichiatria infantile.
  2. Al momento in cui è stata disposta la CTU e, di conseguenza, le parti hanno individuato e nominato formalmente i rispettivi CTP, non era prevedibile che le OO.PP. dovessero articolarsi anche in un’indagine specialistica neuropsichiatrica infantile.
  3. L’esame in argomento si palesa come urgente e risolutivo riguardo ad alcune delicatissime questioni emerse nel corso del giudizio e della CTU.
  4. Il CTU in primis ha ritenuto di dover delegare questo specifico approfondimento alle particolari competenze di terzi, ai quali peraltro ha rimesso ogni valutazione.