09 Ottobre 2020 | Legislazione e giurisprudenza Ordinanza Tribunale

Tribunale di Frosinone, decreto del 6 maggio 2020 Assegno di mantenimento separazione – revisione – reddito di cittadinanza – riduzione

Il Giudice accoglie la domanda del marito e riconosce che il reddito di cittadinanza percepito dalla moglie (ricorrente per mancato versamento dell’assegno di mantenimento) costituisce un giustificato motivo sopravvenuto per chiedere la revisione dell’assegno di mantenimento. Il Giudice rileva che il coniuge allo stato percepisce un’entrata reddituale per un periodo di apprezzabile durata e con possibilità di proroga, tale da far considerare il beneficio stabile. Alla luce delle precedenti valutazioni, l’assegno di mantenimento non viene eliso ma  ridotto in ragione del divario esistente tra i redditi dei coniugi, l’impossibilità di lei di inserirsi nel modo del lavoro, l’età e la mancanza di specializzazione professionale.