...

Favoreggiamento reale, alcuni rilievi della Cassazione

9 luglio 2024

News Regionale - Sicilia ,

Occorre assolvere la moglie dal reato di favoreggiamento reale se non vi è prova che voglia assicurare al marito il profitto di alcuni reati di truffa commessi ai danni di più istituti di credito, ricevendo con atto di donazione una consistente somma di denaro con assegni tratti in scoperto di c/c, utilizzata per acquistare un immobile conferito in un fondo patrimoniale.

L’interessante sottolineatura porta la firma della Cassazione ed è contenuta all’interno di una recente sentenza. Il provvedimento n. 25008/2024 è stato depositato dalla sesta sezione penale lo scorso 25 giugno.

Il favoreggiamento reale, argomentano i giudici di piazza Cavour, si configura quando la condotta è posta in essere nell’interesse esclusivo dell’autore del reato per aiutarlo ad assicurarsene il prezzo, il prodotto o il profitto.

Nel caso di specie, se la donna avesse avuto conoscenza della provenienza illecita della provvista donatale, non avrebbe accettato di riceverla mediante atto di liberalità revocabile, né avrebbe fatto confluire l'immobile in un fondo patrimoniale soggetto a revocatoria.